QUESTO SITO UTILIZZA ALCUNI 'COOKIE': VUOI SAPERNE DI PIU'?   

Comunità Terapeutica Lo Scrigno

Il Gruppo Appartamento LO SCRIGNO, via Ugolino D'Azzo Ubaldini 9 - Faenza (RA) è una Comunità Terapeutica volta alla  riabilitazione psichiatrica femminile e al reinserimento di giovani donne con disagio psichico
 
● il servizio della Comunità Terapeutica
E’ un servizio inquadrato ai sensi della DGR 564/2000 DGR 514/2009 DGR 390/2011 e bozza di normativa specifica di accreditamento socio-sanitario per Gruppi Appartamenti per utenti psichiatrici (luglio 2010) di tipo H12. E’ rivolto ad un’ utenza femminile con disagio psichico che abbia un discreto livello di autonomia e di integrazione sociale, che necessita di rinforzo e consolidamento delle autonomie e di sostegno per i punti critici ancora presenti con una soluzione abitativa supportata e una modalità di presa in carico flessibile al fine di prevenire e/o gestire eventuali momenti di crisi. Il servizio è rivolto ad un utenza stabilizzata sul piano sintomatologico, non in fase di esordio della sintomatologia, preferibilmente inserita in attività diurne come borse lavoro.
FASCE DI SUPPORTO nella Comunità Terapeutica
Gli operatori garantiscono la copertura nelle 12 h diurne nell’arco temporale 8:00-20:00 dal lun al ven e 8:00-16:00 il sabato e la domenica.  Le suddette fasce di copertura potranno subire delle variazioni per rendere maggiormente flessibile l’attività di supporto ai progetti individuali degli utenti. Non varierà tuttavia il monte orario complessivo settimanale di 76 ore piu’ il coordinamento.
● collocazione urbanistica della Comunità Terapeutica
Il Gruppo Appartamento Lo Scrigno è situato al primo piano in un’ ala appartata rispetto ai restanti locali ma ad essi adiacente e comunicante; pertanto dal punto di vista edilizio è collocato all’interno della cooperativa , con la medesima collocazione urbanistica e caratteristiche di accessibilità del Centro Residenziale. Ha la singolare caratteristica data dal fatto che si tratta di un gruppo di appartamenti, in quanto vi sono in totale n.2 bilocali e n.1 trilocale con cucina e bagno in autonomia.
● modalità di accessoalla Comunità Terapeutica
Al servizio vi si accede su invio da parte di Ausl dell’area vasta o fuori Regione, e comunque sempre di Enti Pubblici. Per un primo accesso  il Committente deve inviare, previo contatto telefonico, una relazione della persona proposta affinchè la struttura ne valuti la compatibilità con il Progetto Le Ali. Accettata la richiesta  seguono i momenti di presentazione del caso da parte del personale di riferimento del DSM, colloquio con l’utente e la sua famiglia per verificare la motivazione e le aspettative relative all’avvio del percorso riabilitativo, discussione e progettazione comune degli obiettivi. Non si prevedono inserimenti da privati. Qualora invece l’utente acceda al servizio per evoluzione del percorso riabilitativo a seguito di verifica congiunta, il passaggio avviene tramite richiesta scritta da parte del Committente.
● attività terapeutico-riabilitativa nella Comunità Terapeutica
Le attività proposte  sono per lo piu’ di tipo individuale sulla base dei Piani di Lavoro e legate all’esercizio delle competenze personali e sociali. Sono strutturati Gruppi ( come per il Centro residenziale ma con finalità diverse) , colloqui individuali e colloqui di sostegno ai familiari, laddove concordati con il servizio inviante.